SHARE
Entertainment - Music

10 sigle delle serie TV diventate Hit

By Sara Stefanovic
5 min read

A volte le canzoni sono legate a momenti indimenticabili, altre rimangono stampate nella memoria perchè usate in alcune pubblicità, nei film o come sigle delle serie TV. In molti casi la domanda che sorge è: è nata prima la canzone o la serie TV? Ci sono canzoni impacchettate apposta per delle serie tv, altre invece, che sono diventate Hit grazie a esse.

1. Tuyo – Rodrigo Amarante (Narcos)

Netflix ha commissionato questa canzone appositamente per l’uscita della serie. Rodrigo è stato contattato prima che iniziassero le riprese, quindi non aveva idea dell’estetica della serie TV, se l’è immaginata. Altra cosa da fare è stata studiare la storia del protagonista, Pablo Escobar, in modo da non scrivere un testo che andasse fuori direzione.

2. Save Me – Remy Zero (Smallville)

In questo caso la canzone è nata prima della serie TV. La canzone è inserita nell’album The Golden Hum (2001) degli Remy Zero. La band, che all’inizio faticò a diventare famosa, grazie ad alcuni brani contenuti in questo album (e nel precedente Villa Elaine), è riuscita a farsi strada. In Europa il picco del successo è stato raggiunto grazie all’utilizzo della canzone Save Me per la serie TV Smallville.

3. My Life Is Going On – Cecilia Krull (La Casa di Carta)

La canzone utilizzata nella sigla, incisa apposta per la serie ed è stata rilasciata nel giugno 2017. La canzone ha riscosso un tale successo che in molti hanno pensato avesse avuto un’origine indipendente da La Casa di Carta.

4. California – Phantom Planet (The O.C.)

Di questa sigla esistono tre versioni. La prima versione venne registrata e inserita nell’album dei Phantom Planet, uscito nel 2002 con il titolo di The Guest. La canzone è diventata una hit dopo essere stata impiegata come sigla di apertura della serie TV The O.C. Il brano racconta di un viaggio in stile ‘On the Road‘ sulla U.S. Route 101 e il video è stato girato dal figlio del regista Francis Ford Coppola, Roman. La stessa band registrò anche una seconda versione, più lenta, nel 2005, con il nome di California 2005. Questa versione appare nel secondo episodio della terza stagione di The O.C. Nel 2006 la terza versione, questa volta degli Mates of State, inserito nel sesto volume della raccolta di canzoni del telefilm (Music from The O.C.: Mix 6).

5. Secret – The Pierces (Petty Little Liars)

La canzone del gruppo The Pierce, composto da due sorelle, Catherine e Allison, fa da sigla alla serie TV Pretty Little Liars in onda dal 2010 al 2016. Tuttavia, se la canzone vi suona familiare a prescindere da PLL, non state vivedo un Dejà vu. Questa canzone è apparsa in una puntata di Gossip Girl (nel 2007) in cui le due cantanti si esibivano eseguendo anche un altro loro brano intitolato Three Wishes.

6. Red Right Hand – Nick Cave and The Bad Seeds (Peaky Blinders)

Seguendo il trand quasi ossimorico di unire canzoni recenti ed epoche lontane, la voce di Nick Cave fa da sottofondo come sigla della serie di Netflix, Peaky Blinders. Ovviamente la canzone non è stata scritta appositamente per la serie, la traccia uscì 25 anni fa nell’album Let Love In (1994) di Nick Cave & The Bad Seeds. La canzone originariamente doveva essere impiegata solamente per il primo episodio, poi, per fortuna questo non è accaduto. Il titolo è tratto dal poema epico Paradiso Perduto di John Milton, letterato britannico da molti considerato il successore di Shakespeare, molto British!

7. Won’t Get Fooled Again – The Who (C.S.I Miami)

In questo caso siamo sicuri che la canzone non fu scritta per fare da colonna sonora alla serie TV in questione. Il singolo fa parte dell’album Who’s Next dei The Who, pubblicato nel 1971. Il brano, della durata di 8 minuti e 32 secondi è incluso lista delle 500 canzoni più belle mai scritte nella storia della musica (al 133° posto) stilata dalla rivista Rolling Stone. La traccia venne scelta per fare da sigla allo spin off targato C.S.I, intitolato C.S.I Miami, in modo da garantire una sorta di continuità. L'”originale” C.S.I: Scena del Crimine sin dal suo esordio, negli anni 2000, ha vantato come colonna sonora la canzone ‘Who Are You‘ della stessa band. A rafforzare il legame tra il gruppo e la serie l’apparizione del cantante Roger Daltrey in un episodio della settima stagione di C.S.I: Scena del Crimine.

8. I’ll be there for you – The Rembrandts (Friends)

Il famosissimo brano dei Rembrandts fu co-scritto con i creatori della serie TV, Danny Wilde e Phil Solem e all’inizio non convinse affatto il cast. Tuttavia, nel giro di poco tempo, la canzone è diventata una Hit, merito anche del successo della serie TV. Nel video, infatti, compaiono i protagonisti di Friends intenti a ballare e apportare il loro contributo alla canzone. I battiti delle mani che si sentono di sottofondo sono frutto del duro lavoro di sincronizzazione di tutto il cast che, alla fine, la canzone a furia di sentirla se l’è fatta piacere.

9. Superman – Lazlo Bane (Scrubs)

La storia di questo brano, ma soprattutto del video, è particolare. Questa canzone fa parte dell’album All the Time in the World della band Lazlo Bane, uscito nel 2002. Da subito considerata ‘fotogenica’ fece da colonna sonora al film The Tao of Steve (2000), per poi diventare la sigla della serie TV Scrubs. Fu proprio il protagonista della serie, Zach Braff a indicarla come perfetta come sigla e, sempre lui, ne diresse il videoclip. Nel video si vedono alcuni spezzoni tratti dal set della serie e compaiono alcuni dei protagonisti.

10. I Don’t Want to Wait – Paula Cole (Dawson’s Creek)

In realtà questa non era la canzone destinata a diventare la sigla di Dawson’s Creek. I Don’t Want to Wait, infatti, ebbe la fortuna di essere la seconda scelta (non lo si sente dire spesso). La canzone originariamente scelta come sigla era Hand In My Pocket di Alanis Morissette, però per colpa dei tempi ristretti non è stato possibile ottenere la licenza in tempo. Anche in questo caso i produttori chiesero alla cantante di modificare la sigla col progresso della serie… però alla fine pensarono che i fan non avrebbero gradito il cambiamento e la lasciarono così com’è.

5 min read

Posts correlati dnl

Questo sito utilizza cookies al fine di personalizzare la tua navigazione, raccogliere le tue preferenze e mostrare annunci personalizzati. Cliccando sul tasto “Ok” e proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies come specificato nell’ informativa privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi