SHARE
Style - Music - Gear

5 must nello zaino dello studente

By Sara Stefanovic
1.2K views
4 min read

Oggi parlo proprio a voi studenti nomadi che dopo anni di ‘ci scusiamo per il disagio‘, treni persi, cancellati, dispersi vi ritrovate irrimediabilmente a casa. La cosa sensazionale è che vi manca da morire il ‘non oltrepassare la linea gialla‘. L’università per alcuni studenti significa essere sempre in movimento, treno, metropolita, tram, viaggi tra una sede e l’altra della propria istituzione. Ricordiamo i bei vecchi tempi e, perchè no, azzardiamoci a pensare alla normalità elencando i 5 oggetti che non possono mancare nello zaino di uno studente universitario.

Il computer portatile non manca mai nello zaino dello studente, ma come proteggerlo?

La custodia è fondamentale per tenere al sicuro il bene più prezioso dello studente. Il computer sul quale prende appunti, guarda un episodio di Netflix di nascosto durante la lezione con il professore che prende le presenze, mangia (ebbene sì le tastiere di tutto il mondo sono piene di briciole di ogni tipo) e così via. Il pc per un universitario è praticamente un’estensione del proprio essere, quindi è fondamentale da proteggere (anche se c’è chi se lo dimentica sui mezzi, ma questa è un’altra storia).

zaino studente

 È elegante, minimale e resistente. I fotografi usano il laptop frequentemente sul posto di lavoro e le dimensioni di questa custodia lo rendono facile da trasportare sui mezzi.

Joe St. Pierre.

Il mondo del computer on the go si divide in due: cover e custodie. Le cover vengono applicate direttamente sul computer, mentre le custodie sono semplicemente dei ‘contenitori’ dove riporlo. Dato che abbiamo queste due opzioni ho selezionato una cover e una custodia extra resistenti che non possono mancare nel vostro zaino. La prima è la custodia rigida Incase utilizzata anche dal fotografo Joe St. Pierre.

Posts correlati dnl

zaino studente

Ora mi dedico alla seconda categoria, con un pezzo forte, in tutti i sensi. Sto parlando della custodia protettiva per computer portatile di Nacuwa. Si tratta di una custodia ultraresistente con molteplici tasche interne per proteggere da spintoni, colpi e scosse.

La borraccia termica

La borraccia è fondamentale, soprattutto per quelle specie di studenti universitari che funzionano a caffè. I veri caffè-dipendenti conoscono il grande valore di questo oggetto mistico, spesso considerato una sorta di Santo Graal. Diciamo che la regina indiscussa delle borracce termiche è CLIMA di 24bottles. Iconica, colorata e di design. Con 24bottles ci si può davvero sbizzarrire, ci sono mille possibilità di scelta, colori, trame e anche versioni più minimaliste.

Il caricabatteria portatile

Un altro mostro sacro dello zaino dello studente. Dopo aver utilizzato i nostri dispositivi elettronici per studiare o per distrarci dalla miseria universitaria chiaramente ci troviamo a secco. Ora, qui vi inserirò due dei migliori caricabatteria portatili in termini di qualità/prezzo, ma ahimè non quelli belli a forma di unicorno. Il primo è l’iPossible power bank 25800mAh. Questo caricabatteria ha due uscite in modo da permetterci di caricare due dispositivi contemporaneamente. La potenza di carica è sufficiente a caricare il cellulare per otto volte di fila senza essere meno leggero o ergonomico.

zaino studente

Powerbank 10000mAh Anker PowerCore 10000, d’altro canto è un caricatore portatile ultra compatto (uno dei più piccoli sul mercato). Nonostante la sua taglia ridotta può offrire 3 ricariche e mezzo ad un iPhone 8 o due e mezzo ad un Galaxy S8.

Le cuffie

In questo caso diciamo che siamo liberi di sbizzarrirci, dipende dalle nostre necessità. Dalle classiche AirPods, per gli amanti della Apple, passiamo alla Pixel Buds piccole e multifunzionali, fino ad arrivare alle nuovissime Samsung Galaxy Buds. La musica è vitale almeno quanto il caffè, ci accompagna durante la giornata e rende tutto più piacevole, anche la pioggia. Ci sono persone che amano ascoltare la musica anche mentre leggono un libro, in modo da collegare il suono all’immagine che, grazie alle parole stampate, viene riflessa nella mente.

L’ombrello antivento

Quante volte ci siamo trovati sorpresi dalla pioggia e irrimediabilmente costretti a comprare un ombrello da un venditore ambulante pur di non fare una seconda doccia? Ebbene sì, questa è una di quelle cose che non possono proprio mancare nello zaino di uno studente (a meno che siate degli amanti di K-Way). L’ombrello è fondamentale, però in molti casi non è sufficiente avere con sè un ombrello classico, la scelta migliore è l’ombrello anti vento. Ma cosa rende un ombrello quello giusto?

Deve resistere al vento, alla vita on the go e sufficientemente grande da coprirci. L’ombrello antivento è uno strumento fondamentale per chi cammina tutti i giorni da casa a lavoro, infatti a differenza dell’ombrello normale è molto più grande e resiste alla pressione di acqua e vento. Gli ombrelli antivento sono costruiti con materiali più evoluti e tecnologie più avanzate, c’è un profondo studio dietro per renderli durevoli e capaci di sopportare qualunque tipo di stress. A tal proposito vi consiglio Senz, l’ombrello stravagante. La forma insolita è pensata appositamente per essere resistente al vento e alle intemperie più difficili da gestire.

zaino studente
1.2K views 4 min read

Posts correlati dnl

Questo sito utilizza cookies al fine di personalizzare la tua navigazione, raccogliere le tue preferenze e mostrare annunci personalizzati. Cliccando sul tasto “Ok” e proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies come specificato nell’ informativa privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi