SHARE
Destinations

Appuntamento col falco, ti aspetto nel deserto

By Monica Camozzi
3 min read

Richiede coraggio, un appuntamento col falco. I nomadi del deserto lo hanno insegnato. Gli Emirati te lo mettono  sulla pelle

Lasciare lo smartphone, please. Un falco pellegrino sul braccio richiede destrezza e nessuna distrazione! I nomadi del deserto lo usavano per far saltare la selvaggina, cacciare lepri e ubara. Ma il suo fascino è rimasto tangibile negli Emirati, dove la caccia con il falcone è sport nazionale. Dove gli aerei spesso dedicano un’intera cabina al trasporto dei volatili ed esiste un ospedale apposito che ne ospita e cura 4.000 ogni anno. La falconeria è parte integrante della vita di luoghi come Abu Dhabi  e Dubai dal XII secolo in avanti. L’appuntamento con il falco è un’esperienza da non perdere.

Sarà pellegrino, cherrug, lanario o grigio? Poco importa, basta essere guidati e mantenere il classico cappuccio sulla testa (pare sia stato preso ad ispirazione dai pellegrini medievali) di questo splendido animale, che tocca i 320 km orari in picchiata. Il più veloce del pianeta. E il più fedele, visto che cerca una compagna quando è morta la precedente…

Appuntamento con il falco? A Nad Al Sheba.

Nella località di Nad Al Sheba, l’Al Hurr Falconry dà la possibilità di ripercorrere episodi di vita nel deserto. Qui potrete scoprire di tutto sulla falconeria ma una cosa ve la diciamo noi. Chi vuole vivere un’esperienza altamente emozionale deve prenotare un safari nel deserto con spettacolo di falconeria incluso. L’appuntamento con il falco, appoggiato al vostro braccio, non sarà l’unico! Incontrerete aquile del deserto, o gufi Barn, simpaticissimi.

Posts correlati dnl

appuntamento col falco

Gennaio è il mese migliore per osservare i falchi in azione a Dubai. Di solito la regione Ruwayyah ospita il Fazza Championship. Anche all’ Hamdan Bin Mohammed Heritage Center si praticano alcuni degli sport più popolari degli Emirati. Oltre a questo, suggeriamo una visita all’Arabian Saluki centre: il Saluki è un levriero velocissimo, adattatosi alla vita nel deserto, di cui si servivano i beduini. Suggeriamo chi si recasse ad Abu Dhabi, dove c’è il magnifico Abu Dhabi Falcon Centre, di visitarlo! Stupende le uscite con i falchi al tramonto, per evitare la calura del deserto.

Il falco è leggenda! Lo chiamavano il Dio del cielo

In velocità supera una macchina sportiva. La mitologia egizia lo rappresentava con Horus il dio del Sole. Perché il falco al sole, secondo gli antichi,  arrivava vicinissimo. Per i greci era il messaggero di Apollo. Secondo la mitologia nordica la dea Freya aveva un mantello di piume di falco che la trasportava ovunque. Sembra che in Mesopotamia l’assoggettamento di questi rapaci a fini di caccia risalga al 2.000 a.C.

All’interno delle narici del falco ci sono opercoli che gli consentono di respirare anche mentre vola a velocità supersonica! Al pari, una membrana pulisce i suoi bulbi oculari: i suoi occhi hanno due zone per ogni retina e sensori! Per questo ha un potere di triangolazione incredibile e individua una preda nel raggio di 3 km! Le penne dure gli consentono di penetrare le correnti d’aria e di arrivare affusolato in picchiata. Da quell’altezza e a quella velocità, in una frazione di secondo, un essere umano perderebbe i sensi. Ecco perché un appuntamento col falco vi resterà cucito addosso!

Dopo l’appuntamento col falco, la gita in dhaw

Prima della ricchezza portata dal petrolio, i commercianti di Dubai navigavano i mari con imbarcazioni chiamate dhow, di legno, dalle tradizionali vele triangolari. Questa tipologia di scafi era utilizzata per la pesca di perle, ma anche per gli scambi commerciali nel Golfo, fino all’Africa e l’india. I dhow  erano essenziali anche per la distribuzione degli approvvigionamenti d’acqua.

appuntamento col falco

Al Dubai Offshore Sailing ne trovate molte. Ma la più grande, la più spettacolare, sta davanti all’hotel Radisson in Kuwait ed è costato più di 30 milioni di dollari. La sua costruzione è iniziata nel 1985 e terminata nel 2000 perché in mezzo c’è stata l’invasione del Kuwait con la Prima guerra del Golfo. Bellissimo partire da Jumeirah Beach per navigare sulle acque blu del golfo Persico sopra un dhow, per poi tuffarsi sul fondale e pasteggiare a base di pesce fresco. A Dubai si può fare una crociera sul dhow più grande al mondo.

Written by
Monica Camozzi
Giornalista da 25 anni, copywriter, storyteller, appassionata di avventure imprenditoriali e di nuove sfide.
SHARE
3 min read

Posts correlati dnl

Questo sito utilizza cookies al fine di personalizzare la tua navigazione, raccogliere le tue preferenze e mostrare annunci personalizzati. Cliccando sul tasto “Ok” e proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies come specificato nell’ informativa privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi