SHARE
Entertainment - Gear

Disney si avvicina a Westworld

By Sara Stefanovic
3 min read

Ok, lo so che cosa state pensando: non è l’anno giusto per questa cosa… però l’innovazione non si ferma mai! In questo caso parliamo dello sviluppo di Animatronic, il nuovo robot della Disney… Questo robot replica i movimenti della testa in base agli stimoli verbali, e non, che scambia con chi ha di fronte. Insomma, sembra proprio che ci stiamo avvicinando alla creazione di un robot che riesca a ingannare il nostro sesto senso.

La Disney ha alle spalle anni di ricerca nel settore

Walt Disney e il suo team di Imagineers hanno aperto la strada al campo dell’Audio-Animatronics a partire dal 1963 con Enchanted Tiki Room del Magic Kingdom e il suo serraglio di coloratissimi uccelli canori. In seguito la Disney ha presentato i Great Moments With Mr. Lincoln, Carousel of Progress e It’s a Small World nei suoi padiglioni alla Fiera mondiale di New York del 1964-65. Tre attrazioni mozzafiato che alla fine sarebbero state portate a Disneyland della California.

Gli Audio-Animatron originali utilizzavano l’idraulica per azionare figure robotiche per presentare uno spettacolo pre-programmato. Questa tecnologia più sofisticata può includere telecamere e altri sensori che inviano segnali a un computer ad alta velocità che elabora le informazioni e fa scelte su cosa dire e cosa fare. Nel settembre 2009, la Disney ha debuttato “Otto”, la prima figura interattiva che può sentire, vedere e percepire le azioni nella stanza.

Un robot che potrà sostituire tutti gli animatori che lavorano a Disneyland

A differenza degli altri robot “umani” questo non coinvolge solo gli occhi ma l’intera gamma dell’approccio non verbale, come le palpebre che sbattono, micromovimenti del busto, bulbi oculari. Ciò è possibile attraverso un sensore montato nella zona del torace che lo avvisa quando voltarsi e quando interfacciarsi con chi ha di fronte. Riesce a muovere la testa su e giù per mimare ispirazione ed espirazione, ed è in grado di percepire suoni o altri avvenimenti, spostando lo sguardo e analizzandone i segnali sonori per poi tornare a interagire con chi ha di fronte.

Posts correlati dnl

Disney

Il robot è controllato tramite un software proprietario personalizzato che opera su 100Hz in tempo reale. Lo scopo principale delle figure animatroniche è quello di offrire uno spettacolo, nello stesso modo in cui gli attori si esibiscono in un teatro. Proprio come gli attori, gli animatronic assumono diversi personaggi e hanno sceneggiature e blocchi per raccontare una storia e/o recitare una scena. 

Il risultato al momento è un po’ inquietante, un robot dalle sembianze umane senza pelle e senza labbra che cerca di emulare espressioni ed emozioni umane.

Questa nuova tecnologia spera non solo di manifestare le interazioni dello sguardo da una prospettiva tecnologica, ma anche di mostrare il tracciamento ottico, il movimento di lettura e l’impegno personale per creare un’interazione che dimostri l’illusione della vita. Questo si studia attraverso la lente dell’animazione dei personaggi dove la credibilità del movimento è di vitale importanza. Si, lo so, Westworld iniziava proprio così e guardate dove siamo andati a finire…

Ma le sorprese non sono finite, Disney sta anche lavorando su Stuntronics

Gli stuntronici sono semplicemente animatronici acrobatici. Combinando la tecnologia robotica avanzata con l’esplorazione del movimento dinamico senza legami, ogni Stuntronic utilizza il rilevamento a bordo per eseguire varie combinazioni di salti mortali, torsioni e pose con ripetibilità e precisione.

Disney

Vi lascio con una domanda, cos’è più inquietante, la mimica facciale sempre più simile a quella umana oppure questa prestanza fisica? Di certo se andiamo avanti così non ci sarà nemmeno più bisogno di attori in carne e ossa.

3 min read

Posts correlati dnl

Questo sito utilizza cookies al fine di personalizzare la tua navigazione, raccogliere le tue preferenze e mostrare annunci personalizzati. Cliccando sul tasto “Ok” e proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies come specificato nell’ informativa privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi