SHARE
Life & Work Balance - Beauty & Wellness

Gli effetti della luce blu sugli occhi e sulla pelle

By Sara Stefanovic
4 min read

Maggiore è la definizione, maggiore è il rischio

Quando parliamo di luce blu, parliamo di tecnologia LED. Questa tecnologia non viene impiegata solamente per l’illuminazione dei semafori, bensì anche per illuminare smartphone, computer e tablet. I display dei nostri dispositivi in questo modo risultano più nitidi e luminosi. La domanda è: sarà salutare? Dovremmo sempre metterci la crema solare e gli occhiali da sole prima di aprire il PC? Si, se lavoriamo da Bali.

Luce blu: gli effetti sulla vista

Gli studi riguardanti gli effetti della luce blu sulla vista hanno visto la luce nel 2006, ma a causa della loro breve durata non è stato possibile formulare una risposta definitiva. Ciò che è certo è che dopo ore di utilizzo del computer gli occhi si stancano e con molta probabilità questo porta a un gran mal di testa. Tutto ciò è causato dal fatto che un’eccessiva esposizione alla luce blu diminuisce la lacrimazione naturale dell’occhio e il battito delle ciglia. Ovviamente in questo modo le nostre pupille e la retina sono più esposte al rischio di degenerazione maculare.

Un’esposizione prolungata alla luce blu può danneggiare il retro dell’occhio, la parte che controlla la visione centrale (macula)

Questa degenerazione è tipica dell’avanzare dell’età, quando la retina inizia a diventare opaca. Quali sono le soluzioni a questo problema? Se porti gli occhiali, dovresti decisamente comprare occhiali con lenti apposite in grado di filtrare i raggi dannosi. Un esempio possono essere gli occhiali di Zeiss, con un filtro blu per una vista più nitida.

In caso contrario potresti installare un programma sul tuo dispositivo, oppure utilizzarne uno già a disposizione (Blue Free/Night Shift) che ti permetta di spegnere la luce blu. Lo schermo diventerà immediatamente giallognolo e questo ridurrà lo stress oculare durante l’utilizzo. L’alternativa più estrema è quella di installare delle lenti filtranti artificiali nell’occhio. Vengono chiamate lenti intraoculari e contengono un filtro che blocca la luce blu. Forse, però, ci stiamo spingendo troppo in là.

Gli effetti sulla pelle

A questo punto vi starete chiedendo: ‘dovrei mettermi la crema solare per vedere un film?’ Questa è solo una delle soluzioni.

Il problema è che la luce blu-viola causa la diminuzione dei carotenoidi nella pelle umana e questo porta all’aumento della produzione di radicali liberi. Questa è un’informazione preziosa se consideriamo la quantità di tempo che trascorriamo di fronte a fonti di luce blu. Una ricerca, portata avanti da un gruppo di studiosi nel campo della Medicina Ossidativa e Longevità Cellulare, ha dimostrato che l’esposizione della pelle alla luce blu porta a una degradazione degli antiossidanti dell’epidermide. La gravità è dettata dalla durata dell’esposizione. La durata dell’esposizione è importante in quanto la luce blu-viola viene utilizzata in medicina per trattare alcune problematiche della pelle (acne, psoriasi, dermatite atopica e così via). A prova della loro tesi gli scienziati hanno esposto nove volontari a differenti dosaggi di luce blu-viola e i risultati emersi hanno evidenziato un’effettiva diminuzione dei carotenoidi a seguito dell’esposizione.

Cosa possiamo fare a riguardo?

A parte l’ovvia riduzione della quantità di tempo che trascorriamo di fronte a schermi di diversa natura, ci sono altre soluzioni.

La prima opzione è questa crema che, applicata la mattina, protegge la pelle per tutta la giornata sia dall’inquinamento sia dagli effetti dannosi della luce blu. Come se non bastasse riduce anche i piccoli segni dell’età e le imperfezioni. Questo prodotto miracoloso è prodotto da Uriage ed è arricchito di SPF (fattore di protezione solare) UV 30. Dunque, sì, è come mettersi una crema solare.

Il secondo prodotto che non dovrebbe mancare nel beauty non ha bisogno di presentazioni, stiamo parlando della linea di prodotti Advanced Night Repair di Estèe Lauder. Come abbiamo avuto modo di capire, più la pelle viene esposta alla luce più, più tempo le serve per ripararsi dai danni. Questi prodotti, oltre che prevenire e riparare i danni causati dai pericoli della vita di tutti i giorni, sono volti specificatamente al rinnovo della pelle durante la notte, grazie al ChronoluxCB™.

L’ultima opzione è rivolta a coloro che preferiscono essere green al 100%. Un’alternativa naturale e artigianale adatta a tutti i tipi di pelle. Gli ingredienti sono: 1 tazza di olio di cocco, 30g di cera d’api, 2 capsule di vitamina E, 25g di zinco puro, 60g di gel di aloe vera e 10ml di estratto di semi di pompelmo. Bibidi bolidi bu, siete degli alchimisti ora! In ogni caso, ci sono molte altre ricette da provare, divertitevi!

4 min read

Posts correlati dnl

Questo sito utilizza cookies al fine di personalizzare la tua navigazione, raccogliere le tue preferenze e mostrare annunci personalizzati. Cliccando sul tasto “Ok” e proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies come specificato nell’ informativa privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi