SHARE
Life & Work Balance - Gear

Il treno supersonico che rende tutti nomadi

By Monica Camozzi
4 min read

Hyperloop, il treno supersonico a costi popolari 

Da Dubai ad Abu Dhabi in 12 minuti. Da Milano a Roma in meno di mezz’ora, così come da Helsinki a Stoccolma. In che modo? Con un treno supersonico che viaggia a 1.200 km orari, sfrutta la levitazione magnetica e l’energia del sole e costa -queste sono le prime stime- circa 4 dollari ogni 100 km. Una sfida che si materializzerà sotto i nostri occhi a Expo Dubai per poi dilagare nel mondo. Perché sono sette anni che il progetto di  questa rivoluzione della vita, oltre che dei trasporti, cova sotto le ceneri. 

Chi c’è dietro il treno supersonico e green?

Non poteva esserci che Elon Musk. Fu lui nel 2013, durante una missione umanitaria a Cuba, a paventare l’idea all’imprenditore Shervin Pishevar. La visione era muovere un veicolo ad altissima velocità all’interno di un tubo svutato d’aria. Un loop, appunto. Ma stavolta Musk ha attinto a un sogno già vagheggiato: nel 1909 da Robert Goddard, pioniere aerospaziale. E nel 1972 dalla Rand Corp., che escogitò un treno avveniristico chiamato Vactrain. 

Ma come funziona il treno che annulla la barriera spazio tempo?

Usa la tecnologia del vactrain, appunto, ovvero del “sottovuoto”. Il convoglio, concepito in modo unico e non a vagoni, si sposta all’interno di un tunnel al quale è stata levata l’aria. Liberato dall’attrito, il treno si muoverà per levitazione magnetica, ma non è tutto. Gran parte dell’energia necessaria a muovere un comune treno viene bruciata per vincere l’attrito e qui il problema è stato superato. L’aria viene convogliata verso la parte posteriore del tubo grazie a un compressore: sempre nel tubo c’e un sistema di levitazione passiva, con magneti che si respingono. Il sistema consente al treno di raggiungere i 1233 km h.  La tecnologia fu inventata la prima volta da Richard Post, fisico, che nella sua vita collaborò anche con Einstein.

Dietro al treno supersonico,  un italiano

Parte fondante del progetto è Gabriele Bibop Gresta, 48 anni, di Terni, presidente di Hyperloop Transportation technologies che ha ripreso l’idea del treno superveloce e a basso consumo energetico e la ha trasformata in realtà. Un genio che a 12 anni sviluppava software, a 15 anni dirigeva la divisione sviluppo software italiana di Alpha Center e poi fondava la Bibop Spa, società che fu venduta nel 1999 a Tim per 11 miliardi di vecchie lire. Gresta ha creato in seguito la Digital Magics, incubatore di startup innovative, quotato in Borsa e ha investito in una serie numerosa di startup. Nel 2013 si trasferisce in California e conosce Elon Musk nonché la sua idea avveniristica. Nel 2014 viene fondata la Hyperloop Transportation Technology.

Hyperloop rappresenta una evoluzione del modello economico e della responsabilità sociale.

Bibop Gresta

Hyperloop consumerà meno energia di quanta ne produca!

Già la levitazione magnetica, in assenza di attrito, richiede molta meno energia. Ma non è tutto. Un sistema di pannelli solari posti sulla parte superiore del tubo  fa si che Hyperloop produca molta più energia rispetto a quanta ne consuma. E, secondo le stime dichiarate da Gresta, il costo per viaggiare dovrebbe essere all’incirca di 4 dollari ogni 100 km. 

La Global challenge del treno: dieci tratte in preparazione

Il treno supersonico si prepara a cambiare le nostre vite. Nel maggio 2016 si è aperta The Virgin Hyperloop One Global Challenge al fine di raggruppare proposte di itinerari da realizzare nei vari continenti.

Dieci, i progetti vincitori: Toronto-Montreal, Cheyenne-Denver-Pueblo, Miami-Orlando,Dallas-Laredo-Houston, Chicago-Pittsburgh, Città del Mexico-Gadalajara, Edinburgo-Londra, Glasgow-Liverpool, Bengaloru-Chennai,Mumbai-Chennai. 

La prima meta del treno supersonico: Dubai

Nel novembre 2016 Hyperloop ha firmato l’accordo con il Ministero dei Trasporti degli Emirati Arabi per gli studi di fattibilità volti alla realizzazione della tratta Dubai-Abu Dhabi. Immaginate cosa significhi fare quel percorso in 12 minuti anziché 90: o arrivare a Riyadh in 48 minuti o ancora dal Dubai International Airport al Maktoum Airport in 6 minuti esatti.  Lo stesso potrebbe accadere con Milano Malpensa o con Helsinki Stoccolma, con una regione da 5 milioni di persone attraversata da una sorta di metro veloce in grado di bruciare 3 ore e mezza rendendole una manciata di minuti. 

Partito lo studio di fattibilità a Milano

Dalle parole ai fatti. FNM e Hyperloop Italia avvieranno lo studio di fattibilità (ingegneristico ed economico giuridico) per la realizzazione della tratta Milano Malpensa-Milano Cadorna. Cosa che porterebbe in viaggio a durare dieci minuti. Nello studio verranno contemplati anche il consumo energetico della soluzione e i costi connessi. Anche Fs Links, un consorzio creato per portare Hyperloop nelle regioni del nord Europa, ha reso pubblico uno studio preliminare di fattibilità per la tratta di 500 km destinata a collegare Finlandia e Svezia.

Le rotaie hanno la stessa larghezza delle schiena di un cavallo perché è su quel parametro che di basavano quando sono state costruite agli inizi del ‘900. Eravamo fermi a più di un secolo fa.

Bibop Gresta

Written by
Monica Camozzi
Giornalista da 25 anni, copywriter, storyteller, appassionata di avventure imprenditoriali e di nuove sfide.
SHARE
4 min read

Posts correlati dnl

Questo sito utilizza cookies al fine di personalizzare la tua navigazione, raccogliere le tue preferenze e mostrare annunci personalizzati. Cliccando sul tasto “Ok” e proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies come specificato nell’ informativa privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi