SHARE
Style - Sustainability

Le Nike vengono da Marte?

By Editorial Team
2 min read
Space Hippie un manufatto futuristico

Le Space Hippie si, vengono da Marte. Ecco le Nike a basso impatto ambientale

Avete mai sentito parlare di scarpe esplorative? Nike ha battezzato così le nuove Space Hippie, ispirate alla vita su Marte dove i materiali sono scarsi e c’è scarsità di rifornimento. Le Space Hippie vengono da Marte perché non è mai esistita una scarpa del brand a così basso tasso impatto ambientale! Ogni cosa, dai materiali di costruzione della scarpa all’imballaggio, è stata fatta considerando l’impatto ambientale. 

Le Nike fra design radicale e pratiche sostenibili

Colori elettivi, grigio e rosso

L’idea è quella di virare il trash verso una forma d’arte differente, creando un nuovo parametro di valutazione in questo ambito. 

Le Space Hippie sono un manufatto che sembra venire dal futuro. Avanguardia pura. Sono ottimisticamente ribelli

John Hoke, Nike design officer

Le Space Hippie di Nike vengono da Marte perché dimostrano a tutti gli effetti come fare il massimo  con materiali minimali, con il minimo di energia e di impatto ambientale.  

Il massimo con materiali di recupero

Questo ha comportato un nuovo modo di considerare i materiali, il design e l’estetica del prodotto. A comporre le Nike Space Hippie è un filato definito Space Waste Yarn, fatto al 100% di materiale riciclato, incluse bottiglie di plastica, t-shirt, scarti di filato. In toni rossastri o virati al grigio, in linea con i colori e con le sfocature della terra marziana.

Scatola totalmente sostenibile

Space Hippie è la storia di una nuova vita per gli scarti. Dalla tomaia alla suola, Space Hippie 04 è realizzata utilizzando materiali riciclati pari almeno al 25% del suo peso.

Crediamo che il futuro del prodotto sarà circolare. Dobbiamo pensare all’intero processo: come lo disegniamo, come lo produciamo, come lo usiamo, lo riutilizziamo e come tagliamo i rifiuti a ogni step. Questi sono i fondamentali per un assetto realmente circolare che costituisca le best practices

Seana Hannah, VP Sustainable innovation
2 min read

Posts correlati dnl

Questo sito utilizza cookies al fine di personalizzare la tua navigazione, raccogliere le tue preferenze e mostrare annunci personalizzati. Cliccando sul tasto “Ok” e proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies come specificato nell’ informativa privacy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi